Ettore vuole un nuovo ospedale

 

Nel numero de iTrevigliesi distribuito in tutte le case nel mese scorso avevamo posto 10 domande al direttore generale dell’Ospedale di Treviglio. Le risposte non le abbiamo ancora avute ma, in tutta onestà, non pensavamo creassero tanto dibattito, fino ad ipotizzare la costruzione di un nuovo ospedale.

L’autore di questa pensata è il presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano, che in una recente intervista del Corriere della Sera dice: “La Mezzaluna? Potrebbe essere l’area giusta per la costruzione del nuovo ospedale di Treviglio… per quanto la struttura (dell’attuale ospedale, ndr) sia buona è senz’altro vecchia… sul fatto che Treviglio abbia bisogno di un ospedale nuovo, credo che anche il sindaco Pezzoni ci abbia pensato”.

Evidentemente a Caravaggio, dove Pirovano abita, sanno cose che noi non sappiamo ,visto che anche il sindaco Pezzoni, pur non potendo smentire le parole del capo, viene preso in contropiede perché dice, timidamente, che l’area “sarebbe plausibile anche come nuova sede dell’università”.

Da Trevigliesi non ci sarebbe dispiaciuto un maggiore scatto d’orgoglio e meno sottomissione su questa ingerenza ma… pazienza. Evidentemente è vero che a Treviglio comandano Pirovano e la Lega; tutti gli altri devono stare muti e obbedire.

Intanto ci si chiede il senso della proposta, l’utilità di una nuova struttura e soprattutto con quali soldi realizzarla.

Ma poi, cosa ci devono fare i Caravaggini con l’attuale ospedale svuotato? Un centro commerciale, un albergo, un carcere, un nuovo santuario più vicino all’uscita della BreBeMi? Chissà!

Ci si chiede anche quale importanza sia assegnata ai cittadini se queste visioni calano dall’alto senza coinvolgimento. Mi pare che ad oggi si chieda che l’attuale struttura funzioni meglio più che un cambio delle mura esterne.

Sarà solo una coincidenza, ma le 54 osservazioni al PGT hanno impegnato il Consiglio comunale per poco più di 4 ore; tolti i saluti iniziali e quattro formalità saranno rimasti 2 o 3 minuti per ognuna. Non è un po’ pochino per una analisi circostanziata? Al di là del merito delle osservazioni, chi, aiutato da professionisti vari, le ha presentate sarà contento di questo impegno dell’Amministrazione nella valutazione delle loro proposte?

Intanto la “variantona” al PGT, quella che disegnerà Treviglio secondo Pezzoni, rimane segreta ed in attesa di uscire dal cappello del mago.