Mensa scolastica. Ridotta la quota pasto

Egregio Signor Direttore,

In seguito alle segnalazioni effettuate dal sottoscritto Comitato Spontaneo dei Genitori Trevigliesi riguardo alle irregolarità nell’applicazione del Contratto per la gestione del servizio di refezione scolastica e dei successivi incontri avuti sull’argomento, l’Amministrazione Comunale di Treviglio ha predisposto, con delibera di Giunta n. 148 del 12 Settembre c.a., una riduzione della quota pasto per il servizio di refezione scolastica in vigore a partire dal presente anno scolastico.

La riduzione riguarda una componente della quota pasto, ovvero il rimborso verso il fornitore del servizio, a restituzione dell’investimento per la costruzione del Centro Cottura, il cui piano di ammortamento  terminerà nel 2022.

La quota di rimborso viene ridotta del 12%, passando da 1,08 euro / pasto a 0,95 euro / pasto, che seguendo il numero pasti previsti dal contratto, si traduce in un risparmio annuale complessivo di 40.000 euro circa per le famiglie trevigliesi.

L’ Amministrazione si è inoltre impegnata, entro fine anno 2012, a:

1) Recuperare quanto il Concessionario Gemeaz ha percepito in eccedenza, a partire dall’avvio del contratto ad oggi, e convogliare il totale in un Fondo assegnato al solo miglioramento dell’offerta formativa della scuola pubblica.

E’importante sottolineare che tale Fondo non andrà a sostituire quanto il Comune stanzia annualmente a favore della Pubblica Istruzione, ma crea importanti risorse aggiuntive.  

2) Emanare un regolamento di gestione di tale fondo in cui i genitori avranno voce in capitolo preminente.

3) Ricalcolare periodicamente ( ci auguriamo annualmente) la quota di rimborso relativa al recupero dell’investimento, integrando opportunamente il contratto.

Inoltre l’ Amministrazione Comunale si è impegnata a pubblicare sul sito del Comune il contratto verso il fornitore, e tutti i dati che possono essere rilevanti in merito.

Per quanto riguarda la modifica delle fasce ISEE da noi proposta per avvicinare le tariffe alle reali condizioni dei cittadini, l’ Amministrazione Comunale nella persona del Sindaco, si è impegnata a verificarne l’implementazione sin dalla prossima revisione.

Siamo certi che il Sindaco vorrà attivare presto il protocollo d’intesa con agenzia delle entrate ed Equitalia per la verifica ed il recupero degli insoluti da parte di coloro i quali “fanno i furbi a carico della collettività”.

Non possiamo non dirci soddisfatti dei risultati ottenuti, frutto della fattiva collaborazione dell’ Amministrazione Comunale con il Comitato Spontaneo dei Genitori Trevigliesi, composto da genitori di tutte le principali scuole pubbliche di Treviglio.

Resta comunque un dubbio: se e come sono state applicate tutte le disposizioni contenute nella convenzione, in particolare per quanto riguarda l’accesso ai pasti self-service.

Chiediamo quindi che si provveda a rispettare completamente il contratto, che potrebbe portare ulteriori benefici economici a tutti gli utenti.

Per qualsiasi ulteriore informazione potete rivolgervi alla mail comitato.genitori.treviglio@gmail.com .

Sara Albergoni
Matteo de Capitani
Fonte Giorgio
Ernestine Henger
Carlo Mancino
Daniele Pinelli

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.