Facciamo finta che ci sia un parcheggio

Parcheggio piazza Mercato, giovedì 7 marzo 2013 ore 15

Parcheggio piazza Mercato, giovedì 7 marzo 2013 ore 15

Parking-Piazza-Mercato-7-marzo-ore-15_DSC05571

Parcheggio piazza Mercato, giovedì 7 marzo 2013 ore 15

Un anno fa l’amministrazione Pezzoni requisiva l’area del Mercato per destinarla a parcheggio a pagamento.

Avevamo già allora dal nostro sito richiamato la necessità di un piano globale dei parcheggi prima di una decisione di quel tipo e che il rischio sarebbe stato lasciare un’area vuota con il solo vantaggio per chi, con la macchina, deve attraversare rapido e senza ostacoli da via Diaz a via Crivelli prendendo una direttissima.

Dopo un anno facciamo la prima sintesi e confermiamo che:

  1. Se lo scopo era quello di consentire una turnazione della sosta non si è raggiunto alcun risultato visto ora che c’è una turnazione tra nessuna macchina e niente macchine.
  2. Se lo scopo era quello di aumentare gli introiti per il Comune in un periodo particolarmente critico per le finanze degli enti locali (ma anche i portafogli dei cittadini non sono gonfi di cartamoneta) non è servito perchè il parcheggio rimane sostanzialmente vuoto.
  3. Se lo scopo era di educare al rispetto dell’ambiente limitando le macchine in centro allora non capiamo perché le domeniche ecologiche non si fanno più considerando che entrambi i provvedimenti sarebbero in modo diverso solo simbolici.
  4. Se lo scopo era di favorire la salute delle persone ‘costringendoli’ a fare quattro tonificanti passi dal parcheggio del Cimitero (quando non c’è la fiera di febbraio) al centro allora anche questo obbiettivo non è stato raggiunto perché queste stesse persone si rodono il fegato passando davanti al vuoto parcheggio che prima usavano gratuitamente.

A questo punto dobbiamo ‘far finta’ che ci sia quell’area li nella zona centrale di Treviglio.

Un altro buco nella mappa (insieme con Foro boario): formalmente dei cittadini ma di fatto consegnato al nulla per un difetto di programmazione.

Rifaremo la verifica il prossimo anno. Nel frattempo portiamo pazienza.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.