RSA alla Geromina: istanza contro

L'area alla Geromina sulla quale è prevista la realizzazione di una RSA

L’area alla Geromina sulla quale è prevista la realizzazione di una RSA

RSA Geromina: in due parole, si progetta di costruire una residenza socio–assistenziale e sanitaria che occuperà una superficie di circa 17.500 mq.

Insediamento contestato — come abbiamo già riferito — per numerose criticità (dimensioni, impatto sulle strutture viarie, impatto ambientale, una convenzione che abbuona alla società proponente € 2,5 milioni di oneri urbanizzativi ecc.)

Per ora il progetto, approvato dalla giunta Pezzoni e mai pervenuto — la norma lo consente — al Consiglio comunale per una valutazione di merito, è fermo per problemi di finanziamento. Alla società proponente (la Blister srl di Pozzi e Foglieni) mancherebbero all’appello una ventina di milioni di euro per l’investimento.

Ora approdano in Comune due istanze  — a firma di Antonio Maraniello, Dirigente del Settore urbanistica e ambiente del Comune di Treviglio fino al 2007; Pinuccia Moro, membro del Comitato di Quartiere della Geromina; e Lorenzo Rota, Presidente di Legambiente Bassa bergamasca — che mettono in discussione la legittimità della delibera 152/2012 della giunta Pezzoni che ha approvato progetto e convenzione.

La prima istanza, indirizzata alla Provincia e per conoscenza al Comune, chiede che sia accertata — per quanto riguarda il contenuto della delibera —  la compatibilità del PGT del Comune di Treviglio al PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale), e che sia di conseguenza prescritto l’adeguamento.

La seconda istanza, indirizzata al Sindaco e per conoscenza alla Provincia, chiede all’Amministrazione comunale di annullare la delibera 152/2012 e la relativa convenzione urbanistica in quanto contrasta con il PTCP, ed è perciò atto illegittimo. Da qui la richiesta di sospensione degli effetti dell’atto e di riesame del provvedimento.