A spasso con Rocco /9 – Condanna a morte per gli alberi in piazza Setti

Il profumo dei primi fiori e l’erba tenera di aprile esprimono con forza l’arrivo della primavera: che meraviglia passeggiare per i viali della città! Ma una funesta visione disturba la passeggiata di Rocco nel centro di Treviglio: un nastro segnaletico bianco e rosso e segmenti di recinzione chiudono piazza Setti. Rocco le espugna per arrivare a salutare gli alberi antichi che vi dimorano ma è un saluto velato di paura: la magnolia di oltre 100 anni, il ciliegio giapponese di almeno 50 e gli altri alberi che hanno visto diventare adulti i neonati degli anni 80 rischiano tutti la pena di morte. Non c’è appello e non c’è delitto, se non intralciare l’opera faraonica voluta dall’amministrazione Pezzoni. Si, per realizzare un parcheggio sotterraneo dal costo esorbitante, contestatissimo, e rendere poi la piazza “vivibile e verde” è previsto che vengano tagliati e uccisi tutti gli albero oggi presenti, che hanno visto Treviglio crescere, cambiare e arrivare ad oggi a…questa barbarie.
Se Rocco fosse sindaco, e in questo ambito tutto è possibile, il verde in cui correre sarebbe al primo posto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.