Una mostra di artigianato per un progetto nella Rep. Dem. del Congo, ma anche per sensibilizzare i nostri concittadini sui problemi della globalizzazione

25 novembre ÷ 8 dicembre 2017

Com’è tradizione da oltre 40 anni, anche quest’anno gli Amici dei Popoli allestiscono, dal 25 novembre all’8 dicembre presso il Centro salesiano, in uno dei locali dell’antico oratorio, una mostra di prodotti artigianali proveniente dall’Africa, dall’America latina e dall’Asia. Come di consueto, il contributo della gente che crede nella nostra attività verrà impiegato nella realizzazione di un progetto che AdP sta portando avanti, operando con la gente del posto, e non solamente per loro.

L’obiettivo specifico è quello di offrire un sostegno al potenziamento dell’offerta educativa della Scuola Lugo del Comune di Mont–Ngafula a Kindele – Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo, dove alcune giovani universitarie della periferia di Kinshasa, con l’aiuto di alcune ex ragazze madri, hanno avviato un’Organizzazione Non Governativa (CAFID, Centre d’accompagnement des filles desoeuvrées) per l’accompagnamento ed il supporto alle ragazze madri della circoscrizione di Mont–Ngafula. Per rendere dignitosa la frequenza scolastica per i bambini e i giovani di Kindele, la struttura della Scuola Lugo deve essere completata con la costruzione di almeno 3 aule (ne servirebbero 6) e di servizi igienici adeguati, con l’acquisto di banchi, tavoli e sedie, materiale didattico e libri scolastici, affinché i bambini e le bambine di Kindele possano accedere ad un servizio educativo adeguato.

L’istruzione è un punto dolente nel Paese e anche nella capitale. Nella fascia d’étà tra 5 e 17 anni il 28,9% dei ragazzi non frequenta la scuola. Di questi più della metà sono ragazze.  Le famiglie dedicano mediamente poco più del 10% del loro reddito all’educazione dei figli. Il problema economico è la principale ragione che causa la non iscrizione a scuola o l’abbandono scolastico.

Saranno beneficiari diretti di questo progetto: 450 bambini e ragazzi della Scuola Lugo, 18 tra insegnanti e personale addetto alla scuola, almeno 100 genitori dei bambini. Indirettamente beneficeranno del progetto anche gli operai dell’impresa di costruzioni addetta all’ampliamento della scuola e la popolazione di Kindele.

AdP, però, non ha come unico obiettivo la realizzazione di strutture nei Paesi economicamente più arretrati nei quali è presente. Tra le finalità dell’Associazione, infatti, spicca quella dell’educazione allo sviluppo. Ci proponiamo, in pratica, di far leva sulla sensibilità delle persone per sollecitare una maggior attenzione ai problemi in cui si dibattono i Paesi poveri; problemi che solo apparentemente paiono slegati dalla nostra realtà. Scopo: suggerire uno stile di vita coerente con i principi dichiarati di solidarietà e giustizia, rispettando la realtà di quei Paesi che sono asserviti al nostro modello di sviluppo da tempi anteriori all’avvento dell’era della globalizzazione. Pio XII aveva magistralmente sintetizzato l’atteggiamento del cristiano: “Sulla scala che porta alla giustizia, l’amore non costituisce che il primo gradino”; condizione ribadita da Paolo VI nella Populorum progressio: “Non si consideri amore ciò che viene fatto per giustizia”.

Da qualche anno abbiamo fatto qualche passo avanti anche nell’allestimento della mostra. Tra il materiale proposto, pur nella riduzione degli spazi, compaiono anche libri e articoli di seconda mano, proposti nell’ottica del “riuso”. Esponiamo inoltre manufatti confezionati appositamente, a livello volontario, da persone, in genere donne di buona volontà, che trovano in tal modo l’opportunità sia di contribuire alla raccolta di fondi, sia di avvicinare i problemi dei Paesi poveri facendoli propri. In tal modo ci permettono di ospitare più gente che viene a trovarci.

Alla fine è proprio questa la ragione che ci porta ogni anno a fare questa “faticata”: col pretesto della mostra, avvicinare e presentare le nostre motivazioni alla gente di Treviglio.

Per  Amici dei Popoli
Dario Ravazzi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.