Asfaltare è diventato un mantra

La parte pianeggiante della provincia di Bergamo ha ormai tutto quello che un automobilista può desiderare per il collegamento est–ovest: l’Asse interurbano di Bergamo, l’autostrada A4, la Tangenziale sud di Bergamo e la BreBeMi. Sul segmento di 20 km che unisce Bergamo e Treviglio non credo si possa aggiungere altro, a meno di prevedere percorsi … [Continua]

Uomini che odiano la terra

Si racconta che nella zona tra Napoli e Caserta, quando si mossero le prime proteste generate dall’aumento dei morti per tumore, i capiclan dissero: “Che ce ne frega se si inquina la falda acquifera, noi beviamo acqua minerale”. Seduti su una bomba da loro stessi innescata con il traffico dei rifiuti industriali, non pensavano che … [Continua]

La questione meridionale. Bicicletta, grandi opere e nuovi muri

Sono certo che uno dei punti di vanto che l’attuale amministrazione comunale utilizzerà nelle prossime campagne elettorali sarà quella della realizzazione delle piste ciclabili e di un generale miglioramento della fruibilità della città su due ruote. La mia tesi è esattamente opposta e l’assunto di partenza, che cercherò di dimostrare portando ad esempio un caso … [Continua]

Via Caboto abbandonata

Via Sebastiano Caboto. Treviglio. Se non sapete ancora dov’è, andate all’inizio di via Bergamo, sulla sinistra. C’è il palo con l’indicazione della via e poi comincia uno sterrato che prosegue tra condomini a sinistra, e il Lidl e l’ex Eni a destra. Costeggia la via un fosso, che nessuno vede, tanto è coperto dalla vegetazione … [Continua]

Tangenziale Ovest: sempre più un miraggio

Torna alla ribalta la tangenziale Ovest di Treviglio. Opera che era già in dirittura di arrivo quando venne congelata dalla nuova Amministrazione provinciale guidata da Ettore Pirovano in favore della IPB, ribattezzata Autostrada Bergamasca, il cui tracciato si sovrappone parzialmente alla tangenziale trevigliese. Scelta improvvida e sterile. Scelta che non ha risolto nulla perché l’Autostrada … [Continua]

Piazza Setti: troppa fretta, troppi soldi

Supponiamo per un attimo che a Treviglio sia prioritario mettere mano ad altre piazze dopo aver decapitato piazza Paolo VI e non ancora terminato piazza Garibaldi. Facciamo anche finta che portare le macchine in centro a parcheggiare sia una cosa “furba”. Su queste due ipotesi (sulle quali io non sono per niente in accordo) si … [Continua]