Raddoppiano i giocatori patologici a Treviglio

slotIl fenomeno del gioco d’azzardo a Treviglio e in provincia di Bergamo.
Dal rapporto dell’Osservatorio delle dipendenze dell’ASL di Bergamo.

Abbiamo visionato il rapporto dell’ASL di Bergamo, Dipartimento delle Dipendenze, sul fenomeno del gioco d’azzardo con riferimento particolare alla provincia di Bergamo e al territorio dell’Ambito di Treviglio.

Proviamo a restituire alcuni dati. L’intero rapporto è consultabile a questo link.

Prima di affrontare i numeri di nostro interesse, dobbiamo avere chiaro che giocatori d’azzardo, compulsivi o patologici, sono tutti coloro che hanno perso il controllo sul gioco, e di conseguenza hanno trasformato questa attività in quella principale della loro vita e del loro pensiero, e che il GAP, Gioco d’Azzardo Patologico, non è un vizio ma una malattia inserita dal 1980 nel Manuale dei disturbi mentali.

Applicando gli indici di stima della popolazione nazionale sulla nostra provincia avremo che:

  • il 54% della popolazione tra i 18 e i 74 anni gioca d’azzardo, che corrisponde a 428.403 giocatori per la provincia di Bergamo;
  • i giocatori d’azzardo problematici in Italia sono compresi tra 1,27% ed il 3,8%: cioè tra le 13.804 e i le 41.302 persone;
  • i giocatori patologici sono compresi tra lo 0,5% ed il 2,2% a livello nazionale, quindi tra i 5.434 ed i 23.912 a livello provinciale;

Giocatori d’azzardo patologici in trattamento presso i Servizi specialistici pubblici (SerT) della Provincia di Bergamo:

  • i giocatori compulsivi sono passati da un numero di 94 del 2009 a 215 del 2013 con un aumento del 128%!;
  • da confrontare con le altre dipendenze: sempre nello stesso periodo i tossicodipendenti in trattamento son aumentati del 10%, gli alcoldipendenti del 13%.

Giocatori d’azzardo in trattamento suddivisi per Ambito territoriale di residenza anno 2013 presso i SerT e i Servizi specialistici privati accreditati (SMI).

  • ne ritroviamo 28 nell’Ambito di Treviglio su un totale di 261 (quasi l’11%), 26 a Seriate, 27 a Dalmine, 24 a Bergamo;
  • nel nostro territorio siamo passati dai 6 giocatori in trattamento nel 2008, ai 7 del 2009, 15 del 2010, 10 del 2011, 14 del 2012 per raddoppiare nell’ultimo anno: 28 appunto.

Come salta all’occhio dai numeri: su una stima di 5.434 (minimo) e 23.912 (massimo) giocatori patologici, soltanto 261 sono quelli in trattamento. Questo rappresenta l’enorme problema di far emergere l’area nascosta o non riconosciuta per intercettare, da parte dei servizi, quelle persone che sono a rischio o già dipendenti.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.