Che sia di marzapane?

Virgolettato recentemente dal CorSera, è apparso un punto cardine del programma di Juri Imeri: “Non faremo costruire un metro cubo di cemento”.

Ora, sapendo noi che — solo con l’operazione Coop Lombardia–Ossidiana sui 12.700 mq di Foro boario — i metri cubi potrebbero sommare a 26.700, un brivido ci percorre la schiena e alcune domande ci adombrano la mente.

Che sia un modo brillante del giovane Imeri per scaricare la responsabilità della vendita in corso di Foro boario su Beppe Pezzoni, avendo capito che Treviglio non ha gradito lo scippo?

Che sia, il Brico e tutto l’ambaradan che verrà costruito, di marzapane anziché di cemento, più simile alla casetta di Hansel e Gretel con pareti di cioccolato, che ad un minaccioso cubo grigio porta–brugole e affini?

Che si sia confuso, il candidato sindaco della destra locale, nella foga di dare sostanza ambientale ai suoi megamanifesti (siamo già alla seconda ondata) verdi sì, ma di radice leghista più che ecologista?

Vuoi vedere invece che allo sbadato cronista è rimasto nella penna un pezzo della frase completa: “Non faremo costruire un metro cubo di cemento… ma molti di più”.

Non lo sapremo mai. Quel che è certo è che, poco avvezzi a far speculazioni edilizie, possiamo al limite confondere metri cubi e metri quadri, ma non ci sfugge la sostanziale differenza tra 0 e 26.700.

Intanto dita incrociate, perché la questione Foro boario è al TAR. Chissà se lì hanno la stessa percezione sui metri cubi e su come si misurano.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.